You are here: Home
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
EnglishSpanishFrenchGermanGreekJapaneseTurkish
Search

Alberobello Cultura

JA slide show
Errore
  • XML Parsing Error at 1:114. Error 9: Invalid character

Alberobello alla ribalta con il film di Checco Zalone

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Share Link: Share Link: Facebook

che bella giornata

Il film, girato tra Polignano a Mare, Alberobello, l'abazia di Barsento e Milano, è coprodotto da TaoDue di Pietro Valsecchi con il sostegno dell’Apulia Film Commission (distribuito da Medusa), vede protagonisti Checco Zalone, Nabiha Akkari, Ivano Marescotti, Rocco Papaleo, Tullio Solenghi, Annarita del Piano, Giustina Buonomo, Caparezza, Michele Alhaique, Mehdi Mahdloo, Luigi Luciano, Anna Bellato, Cinzia Mascoli, Bruno Cesare Armando, Anis Gharbi. L’Apulia Film Commission comunica che, mercoledì 5 gennaio, il regista Gennaro Nunziante e l’attore Checco Zalone, al secolo Luca Medici, saranno a Bari per un intenso tour promozionale dedicato al film “Che bella giornata”, in programmazione nelle sale a partire da mercoledì 5 gennaio.

Il programma comincia la mattina con l’appuntamento riservato alla stampa: alle 10.30 nella Sala 1 del Multisala Galleria sarà proiettato il film esclusivamente per i giornalisti. Alle 17.15, i due artisti saranno presenti al Cineporto di Bari per la conferenza stampa, dove interverranno anche Oscar Iarussi e Silvio Maselli, rispettivamente presidente e direttore dell’Apulia Film Commission.

L’intensa serata del regista e dell’attore, proseguirà con un saluto al pubblico nelle sale in cui è programmato il film: alle 18.30 al Royal, alle 19.30 Multisala Showville di Bari- Mungivacca, alle 20.30 al Multicinema Galleria e alle 22.30 al Multisala di Casamassima.



La trama del film
Checco, security di una misera discoteca della Brianza, a causa del pericolo di attentati che richiede misure straordinarie per i luoghi a rischio, si ritrova a lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. In poco tempo e grazie alle sue spiccate capacità intellettuali che provocano infiniti malintesi, Checco diventa la vera minaccia al patrimonio artistico italiano e presto ci si rende conto di non aver fatto un grande affare ad assumerlo. Ma Checco incontra Farah, una studentessa d’architettura che si finge francese e se ne innamora. Farah in realtà è araba ed è a Milano per portare a termine la sua personalissima vendetta.(da: barilive.it)

 


( 3 Votes )
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 05 Gennaio 2011 11:41 )  
TwitterJP-Bookmark

Menu Principale

 1906 visitatori online
  • 610 registrati
  • 0 oggi
  • 0 questa settimana
  • 47 questo mese
  • Ultimo: ranco

ultime notizie